21 ottobre 2008

Riflessioni su Cuba: come termina La Battaglia delle Idee

di Aguaya Berlin da Desarraigos Provocados
Epa mi ha regalato un’altra foto di quelle belle! E’ un autobus, mi specifica, di quelli che si usa(va)no per trasportare le persone alle manifestazioni politiche raggruppate sotto il nome La Battaglia della Idee. E’ nel parcheggio dietro le installazioni che appartengono ai giornali Juventud Rebelde e Granma, in un cortile dell’edificio del Minfar.

Quest’autobus cannibalizzato dice molto… senza specchi retrovisori che indichino che c’è qualcun altro nella via, ammaccato di fronte forse per dimostrare la sua forza, che tale non è , senza luci che mostrino il cammino quando non si vede più in là o che segnalino la sua presenza ad altri, tatuato con segni e nomi senza senso, adornato e dipinto con pessimo gusto estetico, vecchio, in disuso, brutto, senza futuro, ossidato obsoleto, sterile, etc., etc., etc.

Esattamente come La Battaglia delle Idee.

1 commento:

Aguaya Berlín ha detto...

Gracias, Rob!!!!

Un abrazo,
AB