29 settembre 2008

Vivere a Cuba: le spudorate menzogne del governo di Cuba sulla situazione attuale sull'isola

da Cuba Verdad
Il governo di Cuba oggi ha detto che manterrà stabili i prezzi dei prodotti alimentari, nonostante la devastazione causata dai due uragani che hanno colpito l'isola nel corso dell'ultimo mese, mentre ha ribadito che punirà gli speculatori.

"Nelle attuali circostanze non è previsto un aumento dei prezzi per la merce di basilare necessità, nonostante la crescita dei costi delle importazioni ".
"E’ particolarmente odioso il comportamento senza scrupoli che alcuni commercianti manifestano, quello di trarre vantaggio dalle pressanti esigenze dei cittadini o dalle “voci” fatte circolare da un gruppo di simpatizzanti del nemico e da coloro che ne fanno eco, riferendosi a fittizi aumenti di prezzo o allla carenza di prodotti ". Afferma il Granma, (da quello che dicono i cittadini dell’isola non sembra proprio!!!)

Prima dei cicloni, Cuba importava più dell’80% degli alimenti che il governo distribuiva alla popolazione con prezzi agevolati.
Negli ultimi giorni la frutta ed i vegetali non si trovano nei mercati ed i cubani denunciano che i prezzi degli alimenti sono incotrollati al mercato nero.

Il Granma (quotidiano ufficiale del governo) annuncia che nei mercati di verdura si applicheranno gli stessi prezzi di prima degli uragani.

“L’alimentazione del popolo è una delle priorità del paese”, ha indicato l’articolo.
Lo stesso articolo pubblica che saranno puniti coloro che speculano sui prezzi o si accaparranno alimenti.

“Abbiamo agito con rigore di fronte a chi ha violato la legge con il pretesto di risolvere determinate necessità personali, ponendole in cima all’interesse collettivo”.
I cubani affrontano il problema con moralità, unità, e fiducia nei suoi deirigenti. (CHE???!!??!!)

“Questo esemplare atteggiamento contrasta con l’egoismo di coloro che si limitano a lamentarsi ed esigere che altri risolvano i loro problemi”. (!!?!!)

MA CHE COSA STANNO DICENDO!
Questo articolo del Granma, per coloro che abbiano la minima possibilità di comunicare con Cuba, E’ RIDICOLO!!! La cosa più grave, è che molti sull’isola ci credono (sempre meno fortunatamente…), MA BASTA LEGGERE NOTIZIE ALTERNATIVE, DAI BLOG AD ESEMPIO, (anche se a Cuba è quasi impossibile...) PER CONOSCERE COME E’ LA SITUAZIONE OGGI A CUBA.

2 commenti:

Salva ha detto...

Ciao Rob,

il problema e´ che i massmedia non danno notizie su cosa succede realmente, e i blog vengono sminuiti semplicemente in modo che non se ne parla nella stampa o in TV.
E´chiaro che l'Internet oggi e´ diventato il mezzo di comunicazione forse piu´ usato. Ma e´ anche vero che in tutta la massa di informazione sulla rete, e´molto facile far scomparire blog come il tuo o blog come quello dei cubani, su cio´ che realmente succede li.
Sara´ un caso? io non credo proprio. Secondo me si oscura volontariamente il mondo dei blog. E purtroppo vengono presi per importanti dalla massa, cio´ che comunicano i TG, e non la gente come noi.

Io ad esempio quando mi capita di dare un occhiata in TV, vedendo che si discute su chi ha trombato (perdonami il termine) nella casa del grande fratello, anzi di discutere sulle disgrazie che succedono nel mondo e come migliorare o aiutare. Beh, ammetto che a quel punto li mi si rivolta lo stomaco.

Un abbraccio,
Salva

Martha Colmenares ha detto...

Hola Roberto, hace días coloqué el enlace para el Apoyo a Cuba.
Saludos, Martha