04 settembre 2012

Economia cubana: da ieri in vigore le ultime tasse doganali


Da ieri sono in vigore le nuove tasse doganali per le merci importate a Cuba. Nonostante siano state annunciate diverso tempo fa, la sopresa dei visitatori cubani che entrano per una vacanza sull’isola portando con se alcuni bagagli per la famiglia è grande.

Una cubano-americana dichiara “noi veniamo tutti gli anni e non mi hanno mai fatto pagare tanto, le persone sono molto arrabbiate, ho dovuto pagare $508 alla dogana”.

Le autorità sostengono che le nuove tasse hanno lo scopo di limitare l’importazione smodata da parte delle “mulas” che ne avevano fatto una professione, viaggiando continuamente in Ecuador, Panama e Miami per rifornire i negozi privati cubani di merci introvabili a Cuba.

Il dato certo è che le nuove imposte graveranno come sempre sul cittadino comune. Che si vedrà costretto a pagare di più quelle merci che si possono trovare solo nei negozi privati delle città.

3 commenti:

nuovacuba ha detto...

Pazzesco. Non ho parole. Danno dei segnali per aprire un piccolo libero mercato... poi incatenano il processo di realizzazione delle loro stesse iniziative. Vi è una perversa stupidità.

Niki ha detto...

Be diciamo che c'è una ricorrenza storica in questi eventi.
Non è la prima volta infatti eh ci sono aperture al libero mercato, anni fà diedero permessi per paladar priva per poi sommergerli di tasse e controlli con il risultato che il 99 % fù abbilato a chiudere.

Niki ha detto...

Come dicevo prima, non è la prima volta, penso ci siano degli interessi nascosti legati sempre agli interessi della classe dominante.
In fondo a chi ci guadagna ugualmente o di più con queste aperture e chiusure cosa importa dell'economia dell'intero paese quando la propria personale economia ci guadagna.