21 febbraio 2010

Riflessioni di Rob: ricominciare...

Eccomi di nuovo quà.
La riflessione dell'ultimo post è stata molto lunga, a quanto sembra.
Continuo a credere che senza il coinvolgimento del popolo nessun cambiamento sia possibile, nè a Cuba nè altrove.
Sull'isola chiunque nella mente, nel cuore, nelle tasche vuole un cambio, qualunque esso sia.
Pochissimi invece si espongono, alcuni più direttamente sulle strade, altri con una presenza sempre più forte sul WEB, altri ancora utilizzando forme artistiche, per gridare le ingiustizie e reclamare a gran voce un cambio, sempre in modo pacifico e democratico.
Ecco, io sto con queste ultime persone.
Per loro e per l'amore per La Isla Grande vale la pena che io continui a divulgare e stimolare il cambio a Cuba con questo modesto e umile blog.


P.S. Grazie a tutti voi che nelle passate settimane avete continuato a seguirmi con molte visite, siete voi che mi gratificate e mi stimolate a proseguire. GRAZIE!

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Dai Robbè, forza, anch'io la penso come te ma daltronde sai come funziona sull'isola, la paura e la repressione sono sempre più forti, ma non molliamo stai sicuro e non mollare neanche tu, ora dopo il mese sabbatico devi ricominciare a tradurre, prova a leggere Laritza Diversent e vedi se ce la fai a tradurla : http://jurisconsultocuba.wordpress.com/

Ciao Un abraccio NIKI

A. Medina ha detto...

http://www.ustream.tv/recorded/4951578
Rob ,, te necesitamos!!!!
un abrazo

Anonimo ha detto...

Roberto è morto Orlando Zapato Tamaya dopo un lungo sciopero della fame nella prigione Kilo 7 di Camaguey dopo 60 giorni disciopero della fame. era uno degli arrestati della Primavera nera del 2003. Tutti i bloggers cubani riportano molte notizie magarti potresti tradurre e postare qualcosa...

Ciao un abraccio

NIKI

simone ha detto...

fianalmenteeeee!
ben tornato rob, mi fa davvero piacere!