24 gennaio 2009

Vivere a Cuba: il mistero di Camilo Cienfuegos

Camilo Cienfuegos è stato uno degli eroi della rivoluzione. Insieme a Fidel e Che Guevara, fu un protagonista del suo trionfo. Il popolo lo amava molto, tutti credevano che proprio lui sarebbe stato il futuro Presidente di Cuba.

Scomparse misteriosamente il 20 Ottobre del 1959, "ufficialmente" a causa di un incidente occorso all'aereo da turismo su cui viaggiava: i rottami del velivolo ed il corpo di Camilo Cienfuegos non furono ritrovati e ciò ha fatto nascere una grande quantità di ipotesi alternative sulla sua scomparsa.
Secondo alcuni, egli fu eliminato dalla CIA, secondo altri fu Fidel Castro stesso ad aver ordinato l'eliminazione del suo collaboratore, secondo un'altra versione Cienfuegos sarebbe fuggito all'estero.

Da un blog che ho trovato recentemente Erase una vez cubano di Waldo Fernandez, ecco il suo racconto :

Ricordo una delle prime discussioni sulla scomparsa di Camillo Cienfuegos, uno degli eroi della rivoluzione del quale si persero notizie misteriosamente nell'Ottobre del 1959.
Mio papà diceva che l'avevano ucciso, mia mamma diceva il contrario.

Anni dopo, in prigione, conobbi un tipo chiamato Arturo Bissal, che fu aiutante di Raul Castro all'inizio della rivoluzione, mi raccontò che Camilo fu assassinato accidentalmente da Raul nel suo ufficio, quando gli partì un colpo di pistola senza volere.

Un giorno Arturo scomparve e non abbiamo più saputo nulla di lui.

Io e miei fratelli eravamo abituati a queste discussioni, ne eravamo attratti e cercavamo di saspere cosa stava succedendo, però nessuno ci diceva niente e abbiamo continuato nell'ignoranza del fatto che il paese era in "candela" totale a causa della rivoluzione.
Era l'inizio della divisione delle famiglie.
Per la prima volta ho sentito mio padre parlare di robo-luciòn.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Quando il disastro sociale si presenta nella società (in qualsiasi società), la società si è separata dai cittadini.
Il disastro sociale non è più gestibile. Le organizzazioni tradizionali dei cittadini sono state, nel frattempo, aggredite e distrutte perché viste dai MACELLAI come possibili avversari.

Quando il disastro si è sedimentato nella società non esiste nessuna possibilità di ricostruzione se non attraverso una violenza tanto grande da incanalare le tensioni emotive dei DISPERADOS rispetto a fini e progetti che vedono la loro possibilità di realizzazione nella distruzione del loro presente.
Una volta, questo, si chiamava rivoluzione!!!!!!!!!!!!! Oggi non più! Perché???? Perché manca della prospettiva quella VISIONE per la quale si vuole fare la rivoluzione. Il nuovo, indubbiamente, prima o poi emergerà e sarà, comunque, EMERGERA'come distruzione del presente "angosciante". Solo che nessuno di noi sa né da dove nascerà né come si svilupperà.
L’unica cosa di cui si è certi, è che attraverserà (in quale parte del mundo?) una quantità infinita di drammi sociali!
Claudio

Roberto Ferranti ha detto...

Certo oggi la reltà globale, in ogni società ricca o povera che sia, è estremamente pragmatica, immediata, riferita alle necessità primarie, a volte illusorie, senza nessuna visione. Le rivoluzioni in questo sono impossibili nella nostra era. Esistono ancora i massacri, i colpi di stato unicamente legati a interessi personali, non certo a visioni alternative del mondo.
Ciao e grazie

nino ha detto...

non credo alla sparizione di cienfuegos da parte di castro, come ritiene la dissidenza cubana, perchè poteva, se avesse dissentito, farlo tranquillamente arrestare come è successo a franqui ed altri. Cienfuegos è morto, sparato accidentalmente da fidel? Non c'è nessun elemento in grado di suffragarlo e la testimonianza indiretta da parte di una persona non suffraga nulla.

Roberto Ferranti ha detto...

La differenza tra Camilo e Fidel nel '59 era la popolarità tra la gente. Camilo era considerato dal popolo il futuro Presidente di Cuba, ancora oggi se si domanda a testimoni di quell'epoca la risposta è che Camilo era il più amato deri rivoluzionari.
Quindi metterlo in carcere sarebbe stato impossibile. La sua scomparsa ha risolto invece il problema, tanto che ancora oggi è un mistero, e anche se chi sa dovesse parlare potrebbe essere considerato un mentitore.
USA? Fidel? URSS? mha!