31 agosto 2012

Economia cubana: il Brasile presta 200 milioni di dollari a Cuba per il programma alimentare


Raul Castro ha incontrato ieri il ministro dello Svilippo, Industria  e Commercio Estero brasiliano Fernando Pimentel. Nell’incontro è stato firmato un accordo che prevede un credito di 200 milioni di dollari per il programma alimentare a Cuba.

L’accordo è parte della collaborazione bilaterale tra Brasile e Cuba, mirata ad incrementare le relazioni tra i due paesi con lo scopo di rafforzare lo sviluppo sull’isola.

Questi accordi saranno deliberati in tre parti. La prima nel 2012 e le altre due nel 2013. Finanzieranno le esportazioni dal Brasile di macchinari ed equipaggiamenti agricoli dal Brasile.

Il Brasile sarà coinvolto anche nell’ampliamento del porto di Mariel, all’Havana. Sarà la più grande opera di infrastrutura intrapresa dal governo di Castro, i lavori avranno inizio nel 2013.
Lo scopo è quello di fare dell’Havana un polo di transito e smercio non solo per il commercio cubano, ma anche per altre nazione dell’area dei Caraibi.

Il Brasile è il quinto socio commerciale a Cuba, dopo Venezuela, Cina, Spagna e Canada.

1 commento:

nuovacuba ha detto...

credo ci sia un refuso nella cifra. 200.000 milioni sono 200 miliardi di dollari :) Non penso proprio